Sant’Oreste

Sant’Oreste: Comune impegnato sul Compostaggio domestico

 

 

Cenni storici

Fondata nel 1215 a.c., con il nome di tibur, la città occupava in origine solo la cima di una collina che domina la campagna romana.

Estesasi successivamente oggi conta diverse frazioni, tra cui Villa Adriana, che circonda la omonima villa costruita nel secondo secolo a.c. dall’imperatore Adriano e Bagni di Tivoli, famoso centro termale di acque solfuree, per un totale di circa 60.000 abitanti.

Da sottolineare che l’abitato di Tivoli si fonde completamente con quello di Guidonia, altra città posta a ridosso della Capitale, costituendo un’area urbana di oltre 120.000 abitanti sviluppatasi lungo la via Tiburtina, antica strada consolare, oggi direttrice naturale dello sviluppo commerciale ed industriale di Roma. Non a caso Tivoli, Guidonia e Roma sono già considerate la più estesa area Metropolitana d’Italia.

Nota in tutto il mondo anche per la presenza della famosa Villa D’Este, la città è visitata da milioni di turisti ogni anno, al punto che due dei 10 monumenti più visitati d’Italia si trovano proprio in questa cittadina posta a soli 30 km da Roma: Essi sono, appunto, Villa D’Este e Villa Adriana.

Fonti: http://www.santoreste.rm.gov.it/storia/arte-e-cultura

 

Le attività del Comune di Sant’Oreste sul Compostaggio domestico

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 22 dell’26/06/2014 il Comune di Sant’Oreste ha approvato il “REGOLAMENTO COMUNALE PER L’APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)” che riporta all’art. 39 RIDUZIONI ED ESENZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE.
La tariffa del tributo è ridotta nella quota fissa e nella quota variabile, nelle seguenti ipotesi:
a) abitazioni con un unico occupante, come emergente dalle risultanze anagrafiche per i
soggetti residenti nel Comune e da apposita dichiarazione sostitutiva per i non residenti:
riduzione del 10%;
b) fabbricati rurali ad uso abitativo: riduzione del 10%.
Le riduzioni si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate e documentate nei termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione o, in mancanza, dalla data di presentazione della relativa dichiarazione.

Le riduzioni cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.
Le riduzioni tariffarie e le esenzioni competono a richiesta dell’interessato e decorrono dall’anno successivo a quello della richiesta, salvo che non siano domandate contestualmente alla dichiarazione di inizio possesso/detenzione o di variazione tempestivamente presentata, nel cui caso hanno la stessa decorrenza della dichiarazione. Il contribuente è tenuto a dichiarare il venir meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione di variazione. Le riduzioni/esenzioni cessano comunque alla data in cui vengono meno le condizioni per la loro fruizione, anche se non dichiarate.

L’utente che vuole accedere alla riduzione TARI sul compostaggio domestico deve dichiarare:

  • di essere residente nel Comune di Sant’Oreste ;
  • di disporre di un fondo (giardino, orto, terreno) di almeno 200 mq adiacente o in prossimità dall’abitazione di residenza rispetto alla quale richiede lo sgravio fiscale;
  • di possedere ed utilizzare l’apposito contenitore, impegnandosi ad iniziare e proseguire con
    continuità il compostaggio domestico e ad utilizzarlo, secondo le modalità previste, per smaltire i rifiuti organici di cucina e di giardino prodotti dal proprio nucleo familiare, ad eccezione di quelli per i quali è opportuno moderarne la quantità per sovrapproduzione, rispetto alle capacità di compostaggio;
  • • d’impegnarsi ad effettuare la raccolta differenziata secondo le modalità prescritte dalla vigente normativa comunale nell’ambito della gestione dei rifiuti urbani;
  •  d’impegnarsi a non causare molestie al vicinato con l’attività di compostaggio domestico e sollevare l’Amministrazione Comunale da ogni responsabilità in caso di eventuali contenziosi tra confinanti;
  • • d’impegnarsi a consentire in qualunque momento l’esecuzione di sopralluoghi da parte del personale dell’Amministrazione o di altro personale appositamente incaricato, che provvederà alla verifica della localizzazione della struttura di compostaggio e all’accertamento della corretta, reale e costante attività di compostaggio domestico della frazione umida e verde.

Materiali

Regolamento IUC approvato con D.C.C. n. 22 del 26/06/2014 – Art. 39

Modulo richiesta riduzione TARI per compostaggio domestico

Modulo richiesta compostiera domestica in comodato d’uso gratuito

Link al sito Comune di Sant’Oreste

UFFICIO E SOGGETTO COMUNALE RESPONSABILE DEL COMPOSTAGGIO

 

Ufficio Responsabile
Nome e Cognome Responsabile
Telefono  
Fax

 

CENSIMENTO SULLE ATTIVITÀ DEDICATE AL COMPOSTAGGIO

Aggiornamenti

Utenze  iscritte all’Albo Compostatori e in possesso della compostiera da 300 lt al 31/12/2018: 112

CITTADINI ISCRITTI ALL’ALBO COMUNALE COMPOSTATORI
Iscritti totali al 1° gennaio 2014 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti totali al 1° gennaio 2015 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
ASPETTI OPERATIVI E DI MONITORAGGIO
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2014   n.d.
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2015   n.d.
Figure impegnate/investite dell’attività di controllo   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2014   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2015   n.d.
ASPETTI FINANZIATI-ECONOMICI
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2014 (€/utenza*anno)  n.d.
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2015 (€/utenza*anno)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2014 (€/tonn)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2015 (€/tonn)  n.d.

 

 

Albano Laziale Ariccia Frascati

Gallicano nel Lazio Genzano di Roma Lanuvio

Nettuno