Morlupo

Morlupo: Comune impegnato sul Compostaggio domestico

Morlupo sorge arroccata su uno sperone di tufo degradante circondato da rupi a strapiombo. Sul lato più vulnerabile è situato il Castello Orsini che con le case del borgo si affaccia sulla valle sottostante. Le sue origini affondano nella leggenda: probabilmente i primi abitanti della zona furono popolazioni fuggiasche che avevano subito incursioni dei Saraceni o degli Ungheri e che vissero poi all’ombra della potenza della vicina Capena. Nel XIII secolo la vediamo feudo dei Monaci di San Paolo per passare quindi agli Orsini che vi dominarono, alternativamente ai Colonna, fino agli inizi del ‘600. Nel 1613 il feudo fu venduto al cardinale Scipione Borghese. Sotto la dominazione giacobina e napoleonica il paese fu designato come “cantone” dal quale dipendevano 16 comuni. Morlupo oggi non si può più considerare un centro agricolo: esistono alcune industrie e, data la vicinanza con la capitale, molti morlupesi vanno a lavorare a Roma e molti lavoratori romani vi si sono stabiliti per sfuggire al caos della città

 Fonti: Provincia di Roma

 

Le attività di Morlupo sul Compostaggio domestico

Con delibera di Consiglio n.47 del 08-11-2012. immediatamente eseguibile, è stato approvato il Regolamento per l’albo comunale dei Compostatori.  L’Albo Comunale dei Compostatori è l’elenco degli utenti che dichiarano di trattare, in modo autonomo, non conferendoli al servizio pubblico di gestione e che desiderano accedere alle facilitazioni e sgravi previsti dal Comune.

 Le utenze che hanno diritto a fare domanda di iscrizione all’Albo Compostatori Comunale sono tutti i cittadini residenti nel Comune di Morlupo che rappresentano utenze domestiche del territorio comunale e che non abbiano insoluti pregressi in termini di TARSU o TIA. Attraverso specifico modulo, tali utenze domestiche dichiarano di:

a) effettuare, in modo abitudinario e continuativo, il compostaggio domestico dei propri rifiuti organici su terreni privati, di proprietà o in disponibilità, pertinenziali o quantomeno adiacenti all’abitazione per cui si è utenza TARSU, e negli stessi terreni far uso del compost prodotto;

b) il numero di componenti del nucleo famigliare;

c) rendersi disponibili per la fase di formazione, nonché per eventuali verifiche che il Comune ritenga opportuni.

L’iscrizione all’Albo Comunale Compostatori avviene, per le utenze aventi diritto, con una domanda di iscrizione effettuata attraverso un apposito modulo distribuito gratuitamente dall’URP Comunale ovvero dall’Ufficio Tributi Comunale o da soggetto delegato. Il modulo deve pervenire presso l’Ufficio Ambiente/Tecnico Manutentivo via fax o può essere consegnato da uno qualunque dei membri del nucleo familiare, a condizione che nella stessa istanza venga specificato il nome del familiare iscritto a ruolo TARSU o TIA. Tale modulo, che ha valenza di autocertificazione, deve essere conforme al modello di cui all’Allegato 1 (Modulo di RICHIESTA DI RIDUZIONE DELLA TASSA/TARIFFA GESTIONE RIFIUTI URBANI PER IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DELLA FRAZIONE ORGANICA DEI RIFIUTI URBANI). In base all’ordine progressivo di arrivo delle istanze per l’attribuzione della relativa riduzione TARSU o TIA, l’Ufficio Ambiente/Tecnico Manutentivo provvederà ad iscrivere i richiedenti all’apposito Albo Compostatori e ad inviare loro una comunicazione scritta contenente il numero progressivo attestante l’avvenuta iscrizione al suddetto Albo, nonché adeguate informazioni sugli orari di apertura al pubblico del Deposito Comunale, dove i cittadini potranno recarsi per provvedere, con mezzi propri, al ritiro delle compostiere, che verranno consegnate fino ad esaurimento scorte.

Gli utenti iscritti nell’Albo dei compostatori beneficiano di una riduzione dell’importo della TARSU stabilito annualmente dal Consiglio Comunale in fase di approvazione del bilancio. La riduzione annuale è applicata nella misura della frazione d’anno in cui l’utente è iscritto all’Albo Comunale Compostatori. In fase transitoria si prevede, per l’anno 2012-2013 una riduzione del 5%.

Altre facilitazioni Il Comune di Morlupo si riserva di erogare ulteriori facilitazioni alle utenze iscritte all’Albo Comunale Compostatori quali, ad esempio non esaustivo, assistenza, cessione in comodato gratuito di compostiere ed altre eventuali premialità che potranno annualmente essere individuate.

Per il ritiro della eventuale compostiera presso il Deposito Comunale il contribuente dovrà esibire al personale addetto al magazzino la comunicazione del numero progressivo di iscrizione all’Albo Compostatori inviata dall’Ufficio Ambiente /Tecnico Manutentivo

Fonte: rielaborazione del Regolamento comunale 

Materiali

 

 

 

UFFICIO E SOGGETTO COMUNALE RESPONSABILE DEL COMPOSTAGGIO

 

Ufficio Responsabile UFFICIO MANUTENTIVO E AMBIENTE – SERVIZIO 3.3
Nome e Cognome Responsabile AGR. DOTT. MARCO PIERGOTTI
Telefono 0690195319
Fax n.d.
E-mail e PEC manutentivo@comune.morlupo.roma.itmanutentivo@pec.morlupo.eu

 SEZIONE DEL SITO COMUNALE DEDICATA AL COMPOSTAGGIO 

 Aggiornamenti

Utenze domestiche iscritte all’Albo Comunale Autocompostatori nel 2015: 217

CENSIMENTO SULLE ATTIVITÀ DEDICATE AL COMPOSTAGGIO

CITTADINI ISCRITTI ALL’ALBO COMUNALE COMPOSTATORI

Iscritti totali al 1° gennaio 2014 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti totali al 1° gennaio 2015 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.

ASPETTI OPERATIVI E DI MONITORAGGIO

Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2014   n.d.
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2015   n.d.
Figure impegnate/investite dell’attività di controllo  POLIZIA LOCALE – SERVIZIO 3.3
Numero medio di componenti per famiglia nel 2014   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2015   n.d.

ASPETTI FINANZIATI-ECONOMICI

Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2014 (€/utenza*anno)  10,72 €/utenza * anno
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2015 (€/utenza*anno)
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2014 (€/tonn)  121,18 €/ton
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2015 (€/tonn)  fino al 31/05/2015 impegnati 41.250 €

Fonte: dati trasmessi dal Comune  e aggiornati al 22/06/2015

 

Albano Laziale Ariccia Frascati

Gallicano nel Lazio Genzano di Roma Lanuvio

Nettuno