Marcellina

Marcellina: Comune impegnato sul Compostaggio domestico

 

Informazioni storiche e territoriali

Marcellina, situata sulle pendici del Monte Morra, trae origine da un castrum romano del quale restano pochi ruderi detti del “Castellaccio”.

Lo sviluppo del nucleo insediativo fu favorito dalla funzione aggregante offerta dalla piccola Chiesa rurale di Santa Maria in Monte Dominico posta proprio in cima al monte con l’annesso monastero.

Fu feudo per almeno tre secoli della famiglia dei Marcellini, fino a quando nel 1218 Papa Gregorio VII ne trasferì il possesso all’abbazia di San Paolo fuori le mura. Alla fine del XIV secolo divenne proprietà degli Orsini che nel 1558 lo vendettero ai Cesi. Nel 1678 infine la famiglia Cesi lo cedette al Principe Giovan Battista Borghese.

Marcellina diventò comune autonomo in epoca recente. Nasce infatti nel 1909 in seguito alla divisione territoriale-amministrativa dal comune di San Polo dei Cavalieri. Paese di forte tradizione pastorale e agricola è tuttora, con i suoi sei frantoi, in prima linea nella produzione del pregiato olio della Sabina.

Fonti: http://www.provincia.roma.it/istituzionale/schede/comuni/marcellina/approfondimento/profilo-storico-culturale

 

Le attività di Marcellina sul Compostaggio domestico

Con D.C.C. n. 3 del 28/02/2014  è stato approvato il “Regolamento per la Gestione Integrata dei Rifiuti Urbani ed Assimilati” dove al Titolo VII si regolamenta la pratica del Compostaggio domestico e s’istituisce l’Albo Compostatori.

Le utenze che hanno diritto a fare domanda di iscrizione all’ Albo Compostatori Comunale sono tutti i cittadini residenti nel Comune di Marcellina che rappresentano utenze domestiche del territorio comunale e che non abbiano insoluti pregressi in termini di TIA.
Attraverso specifico modulo, tali utenze domestiche dichiarano di:
a) effettuare, in modo abitudinario e continuativo, il compostaggio domestico dei propri rifiuti organici su terreni privati adiacenti abitazioni a cui è riferita l’utenza, di proprietà o in disponibilità, pertinenziali o quantomeno adiacenti all’ abitazione per cui si è utenza TIA, e negli stessi terreni far uso del compost prodotto;
b) il numero di componenti del nucleo familiare;
c) rendersi disponibili per la fase di formazione, nonché per eventuali verifiche che il Comune ritenga opportuni;
d) Una superficie di terreno (orto, giardino) minimo di 250 mq per nucleo famigliare più 50 mq per ogni componente in più oltre il 3°.
In deroga all’individuazione degli aventi diritto di cui sopra, possono iscriversi all’albo dei composta tori anche i titolari di utenze non domestiche che producono umido (ristoranti, frutterie, fiorai ecc…) che abbiano nelle loro disponibilità intesa quale possesso qualificato o proprietà, di un terreno agricolo di almeno 500 m2, da indicare preventivamente, di libero accesso e controllo da parte del Comune, anche non adiacente all’esercizio commerciale.

Al fine di praticare il compostaggio domestico presso l’orto o il giardino in comproprietà condominiale (oppure in aree all’ aperto di più proprietari), è necessario l’ assenso di tutti i condomini (nel secondo caso di tutti i proprietari del terreno), anche di coloro i quali non hanno richiesto l’ inserimento nell’Albo dei Compostatori o che, comunque, non praticano il compostaggio domestico. In questo caso dovrà essere compilato e protocollato il Modello per utenze plurime .
Resta inteso che i vari condomini, qualora gli accertamenti dovessero rilevare un utilizzo non compatibile con le persone iscritte, saranno ritenuti tutti ugualmente responsabili.

L’iscrizione all’ Albo Comunale Compostatori avviene, per le utenze aventi diritto, con una domanda di iscrizione effettuata attraverso un apposito modulo distribuito gratuitamente dall’ Ufficio Ambiente Comunale.
Il modulo deve pervenire presso l’Ufficio Protocollo via fax o a mano e può essere consegnato da uno qualunque dei membri del nucleo familiare, a condizione che nella stessa istanza venga specificato il nome del familiare iscritto a ruolo TARES.
Tale modulo, che ha valenza di autocertificazione, deve essere conforme al modello disponibile presso l’ufficio ambiente comunale (Modulo di “RICHIESTA di RIDUZIONE della TARIFFA GESTIONE RIFIUTI URBANI per il COMPOSTAGGIO DOMESTICO della FRAZIONE ORGANICA dei RIFIUTI URBANI”). In base all’ ordine progressivo di consegna del composter, l’Ufficio Ambiente, provvederà ad iscrivere i richiedenti all’ apposito Albo Compostatori.
L’Amministrazione comunale ha stabilito che gli utenti che effettueranno correttamente il compostaggio avranno diritto ad una riduzione dell’importo della TARES, stabilita nella misura del 15%; nonché ulteriori facilitazioni come ad esempio: assistenza, cessione in comodato gratuito di compostiere.

Al fine di accertare il buon andamento della pratica del compostaggio domestico il Comune prevederà dei controlli finalizzati alla verifica del corretto utilizzo della compostiera. Dei sopralluoghi è redatta apposita scheda/verbale in duplice copia, di cui una è consegnata all’ utente. Qualora il sopralluogo accerti che l’ utente non provvede al compostaggio domestico secondo il Regolamento o che tale attività venga realizzata in modo sporadico, all’ utente medesimo è ingiunto, con apposita annotazione a verbale, di adeguarsi entro il termine di 15 (quindici) giorni. Trascorso tale termine ed eseguito un secondo sopralluogo con esito negativo, è disposta la cancellazione dell’utente dall’Albo Comunale Compostatori dalla data del primo sopralluogo, altrimenti, il personale autorizzato, eleverà un’ ammenda (Art. 96 – tabella A del Regolamento).

Eventuali variazioni da parte dell’ utente nella gestione dei rifiuti, che siano di rilevanza per l’ Albo Comunale Compostatori quali, a titolo esemplificativo, la variazione del numero di componenti dell’ utenza, il diverso posizionamento della compostiera o del sito ove si effettua il compostaggio devono essere comunicati, in carta semplice, all’ Ufficio Ambiente.

L’iscrizione all’ Albo Comunale Compostatori si intende tacitamente rinnovata di anno in anno, a meno che non venga tempestivamente comunicata la rinuncia o venga accertata la perdita dei requisiti.

L’ utente può richiedere la cancellazione dall’Albo Comunale Compostatori tramite comunicazione scritta, incarta semplice e indirizzata al Comune di Marcellina – Ufficio Ambiente, indicante la data alla quale si intende interrompere l’iscrizione all’Albo stesso. Tale modulo può essere consegnato a mano o inviato via fax presso l’ Ufficio Protocollo. Il modello per questo tipo di richiesta è disponibile presso l’Ufficio Ambiente Comunale (Modulo di RINUNCIA alla RIDUZIONE della TARES per il COMPOSTAGGIO DOMESTICO della FRAZIONE ORGANICA dei RIFIUTI URBANI).

La cancellazione dall’ Albo dei compostatori comporta la decadenza della riduzione tributaria annuale nella misura della frazione d’ anno non coperta dall’iscrizione all’Albo.

(Fonte: rielaborazione su contenuti pubblicati sul Regolamento del Comune di Marcellina)

INCONTRI FORMATIVI SUL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

presso“Aula Consiliare Comunale” Piazza Cesare Battisti, 14
Sabato 15 Marzo 2014 ore 11,00

 

 

Materiali

REGOLAMENTO GESTIONE RIFIUTI

 

 

UFFICIO E SOGGETTO COMUNALE RESPONSABILE DEL COMPOSTAGGIO

 

Ufficio Responsabile
Nome e Cognome Responsabile
Telefono
Fax
E-mail

Aggiornamenti

Al 09/05/2018 le utenze domestiche iscritte all’Albo Compostatori risultano: 117

CENSIMENTO SULLE ATTIVITÀ DEDICATE AL COMPOSTAGGIO

CITTADINI ISCRITTI ALL’ALBO COMUNALE COMPOSTATORI
Iscritti totali al 1° gennaio 2014 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti totali al 1° gennaio 2015 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
ASPETTI OPERATIVI E DI MONITORAGGIO
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2014   n.d.
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2015   n.d.
Figure impegnate/investite dell’attività di controllo   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2014   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2015   n.d.
ASPETTI FINANZIATI-ECONOMICI
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2014 (€/utenza*anno)  n.d.
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2015 (€/utenza*anno)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2014 (€/tonn)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2015 (€/tonn)  n.d.

 

 

Albano Laziale Ariccia Frascati

Gallicano nel Lazio Genzano di Roma Lanuvio

Nettuno