Labico

Labico: Comune impegnato sul Compostaggio domestico

 

La prima attestazione storica certa riguardante Labico all’VIII secolo con la denominazione di Fundum Longoienianum, toponimo probabilmente derivato dal cognome di tale Longus.

Tale proprietà appartenne inizialmente alla Chiesa romana e poi nei secoli ai Conti Tuscolani, ai Conti di Segni, agli Sforza Santafiora, ai Barberini ed infine ai Pamphili.

Nel XVII secolo diede i natali a Francesco di Ficorni, celebre per la Cista Ficoronis conservata al Museo di Villa Giulia di Roma. Nel 1880 il paese prese definitivamente il nome di Labico dalla Via consolare Labicana di epoca romana che lo attraversa.

Fonti: Provincia di Roma

 

 

 

Le attività di Labico sul Compostaggio domestico

Con D.C.C. n° 20 del 30 novembre 2015 è stato approvato il “Regolamento Comunale per l’adesione alla pratica del compostaggio domestico dei rifiuti solidi urbani”.

I soggetti destinatari delle norme del regolamento sono i Cittadini del Comune di Labico e tutti quelli in possesso di una compostiera, che effettuano il compostaggio e che si impegnano a non conferire al circuito di raccolta comunale i rifiuti organici provenienti da cucina e dalle attività di giardinaggio, di provenienza domestica.
L’adesione alla pratica del compostaggio è volontaria e, previo possesso dei requisiti necessari, composta la riduzione della TARI, con decorrenza dall’anno successivo a quello di presentazione della domanda. La riduzione per l’esercizio finanziario attuale è stabilita nella misura del 10%.

Per aderire alla pratica del compostaggio e beneficiare delle agevolazioni TARI è necessario presentare apposita domanda, mediante il Modello A, compilato in ogni parte dalla persona fisica contribuente TARI, eventualmente allegando la documentazione fiscale (scontrino o fattura) che attesta l’acquisto della compostiera. In prima applicazione l’istanza deve essere presentata entro e non oltre il 31 dicembre per avere diritto all’incentivo per l’anno successivo.

L’agevolazione tariffaria NON verrà applicata a coloro che si trovano in posizione debitoria rispetto alla TARI per l’anno cui si riferisce l’incentivo e per gli anni pregressi.

L’utente che intende cessare la pratica del compostaggio domestico deve darne preventiva disdetta, comunicando la data di cessazione mediante il modello B. La disdetta in corso di anno comporta la perdita del diritto di riduzione dal giorno successivo alla data di cessazione delle operazioni di compostaggio.

L’Amministrazione può disporre di effettuare almeno una volta l’anno, in qualsiasi momento e senza preavviso, accertamenti anche a campione presso coloro che aderiscono al progetto e risultano beneficiari dell’incentivazione per la pratica del compostaggio domestico, al fine di valutare la corretta applicazione del Regolamento comunale. A tale scopo l’Amministrazione si avvale di segnalazioni degli operatori ecologici che effettuano il ritiro porta a Porta, i quali vigileranno che gli utenti dotati di compostiera non conferiscano rifiuti organici, sfalci verdi e scarti vegetali al circuito di raccolta. In caso ciò avvenisse, gli operatori non effettueranno le relativa segnalazione all’ufficio comunale competente, accompagnando il mancato ritiro dei rifiuti  con la nota all’utenza. il soggetto incaricato della verifica provvederà a compilate un verbale, allegando la documentazione fotografica, laddove necessaria.

(Fonte: rielaborazione su contenuti pubblicati sul Regolamento del Comune di Labico)

Materiali

D.C.C. n° 20 del 30/11/2015

REGOLAMENTO COMUNALE PER L’ADESIONE ALLA PRATICA DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI

MODELLO A – RICHIESTA DI ADESIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

MODELLO B – RICHIESTA DI CESSAZIONE ALLA PRATICA DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

MODELLO C – ATTO UNILATERALE DI IMPEGNO

 

 

 

UFFICIO E SOGGETTO COMUNALE RESPONSABILE DEL COMPOSTAGGIO

 

Ufficio Responsabile
Nome e Cognome Responsabile
Telefono
Fax
E-mail

 

CENSIMENTO SULLE ATTIVITÀ DEDICATE AL COMPOSTAGGIO

CITTADINI ISCRITTI ALL’ALBO COMUNALE COMPOSTATORI

Iscritti totali al 1° gennaio 2014 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti totali al 1° gennaio 2015 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.

ASPETTI OPERATIVI E DI MONITORAGGIO

Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2014   n.d.
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2015   n.d.
Figure impegnate/investite dell’attività di controllo   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2014   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2015   n.d.

ASPETTI FINANZIATI-ECONOMICI

Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2014 (€/utenza*anno)  n.d.
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2015 (€/utenza*anno)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2014 (€/tonn)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2015 (€/tonn)  n.d.

 

 

Albano Laziale Ariccia Frascati

Gallicano nel Lazio Genzano di Roma Lanuvio

Nettuno