San Polo dei Cavalieri

San Polo dei Cavalieri: Comune impegnato sul Compostaggio domestico

 

 

 

 

Informazioni storiche e territoriali

Il centro è situato sulle pendici dei Monti Lucretili. I documenti riguardanti le origini di San Polo sono molto scarsi ma si sa che esisteva anteriormente al 200 a.C. come agglomerato etnico.
Con certezza si può affermare che il nome deriva dal Castrum Sancti Pauli in Jana, se ne ha notizia per la prima volta nell’anno 1081 quando il Castrum risulta tra le proprietà dell’Abbazia di San Paolo.  Fu in seguito feudo degli Orsini (XIV secolo) per passare sotto il dominio dei Borghese nel 1678.

Fonti: Sito Provincia di Roma

 

Le attività del Comune sul Compostaggio domestico

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 17/03/2014 il Comune di San Polo dei Cavalieri ha approvato il “Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani e dei servizi di igiene urbana” dove al Titolo V Capo I si parla di compostaggio domestico.

Hanno diritto ad fare domanda di iscrizione all’Albo Compostatori Comunale le utenze domestiche che dichiarino di:
a) effettuare, in modo abitudinario e continuativo, il compostaggio domestico dei propri rifiuti organici su terreni privati, di proprietà o in disponibilità, pertinenziali o quantomeno adiacenti all’abitazione per cui si è utenza TARSU/TARES, e negli stessi terreni far uso del compost prodotto.
b) il numero di componenti del nucleo famigliare;

c) rendersi disponibili per eventuali ispezioni e controlli che il Comune ritenga opportuni.

L’Albo Comunale dei compostatori è l’elenco degli utenti che dichiarano di trattare, in modo autonomo, i rifiuti compostabili , non conferendoli al servizio pubblico di gestione e che desiderano accedere alle facilitazioni e sgravi previsti dal Comune.

Gli utenti iscritti nell’Albo dei compostatori infatti beneficiano sul ruolo ancora da emettere di una riduzione dell’importo della Tassa/Tariffa inerente la gestione rifiuti urbani stabilita annualmente dal Consiglio Comunale in fase di approvazione del bilancio.
Tale riduzione viene modulata in funzione del numero di residenti nell’immobile dell’utente
secondo dei coefficienti correttivi.
La quantificazione della riduzione sul ruolo è rimandata nel regolamento della gestione della Tassa/Tariffa inerente la gestione dei rifiuti.

Attualmente secondo il Regolamanto IUC 2014 alle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto si applica una riduzione del 15% della tariffa. La riduzione è subordinata alla presentazione, entro il 20 gennaio dell’anno successivo, di apposita istanza, attestante di aver attivato il compostaggio domestico in modo continuativo nell’anno di riferimento e corredata dalla documentazione attestante l’acquisto dell’apposito contenitore.

Le riduzioni tariffarie competono a richiesta dell’interessato e decorrono dall’anno successivo a quello della richiesta, salvo che non siano domandate contestualmente alla dichiarazione di inizio possesso/detenzione o di variazione tempestivamente presentata, nel cui caso hanno la stessa decorrenza della dichiarazione. Il contribuente è tenuto a dichiarare il venir meno delle condizioni che danno diritto alla loro applicazione entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione di variazione.

Le riduzioni cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.

L’iscrizione all’Albo Comunale Compostatori avviene, per le utenze aventi diritto, con una domanda di iscrizione effettuata attraverso un apposito modulo distribuito gratuitamente dall’URP Comunale ovvero dall’Ufficio Tributi comunale o da soggetto delegato.

 

Materiali

REGOLAMENTO GESTIONE RIFIUTI

D.C.C. Regolamento IUC

Regolamento IUC 2014

Aggiornamenti

Al 02/05/2018 le utenze domestiche iscritte all’Albo Compostatori risultano: 98

 

UFFICIO E SOGGETTO COMUNALE RESPONSABILE DEL COMPOSTAGGIO

 

Ufficio Responsabile
Nome e Cognome Responsabile
Telefono
Fax
E-mail

 

CENSIMENTO SULLE ATTIVITÀ DEDICATE AL COMPOSTAGGIO

CITTADINI ISCRITTI ALL’ALBO COMUNALE COMPOSTATORI
Iscritti totali al 1° gennaio 2014 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2014 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti totali al 1° gennaio 2015 (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
Iscritti al 1° gennaio 2015 che NON hanno richiesto la compostiera (n°)   n.d.
ASPETTI OPERATIVI E DI MONITORAGGIO
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2014   n.d.
Numero di controlli effettuati presso le utenze iscritte all’Albo nel 2015   n.d.
Figure impegnate/investite dell’attività di controllo   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2014   n.d.
Numero medio di componenti per famiglia nel 2015   n.d.
ASPETTI FINANZIATI-ECONOMICI
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2014 (€/utenza*anno)  n.d.
Agevolazione media riconosciuta all’utenza iscritta all’Albo nel 2015 (€/utenza*anno)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2014 (€/tonn)  n.d.
Costo di trattamento della frazione organica sostenuto dal Comune nel 2015 (€/tonn)  n.d.

 

 

Albano Laziale Ariccia Frascati

Gallicano nel Lazio Genzano di Roma Lanuvio

Nettuno